Post

.

GIRASOLE: ARTE E POESIA

Portami il girasole
Portami il girasole ch'io lo trapianti
nel mio terreno bruciato dal salino,
e mostri tutto il giorno agli azzurri specchianti
del cielo l'ansietà del suo volto giallino.

Tendono alla chiarità le cose oscure,
si esauriscono i corpi in un fluire
di tinte: queste in musiche. Svanire
è dunque la ventura delle venture.

Portami tu la pianta che conduce
dove sorgono bionde trasparenze
e vapora la vita quale essenza;
portami il girasole impazzito di luce.

Eugenio Montale, in Ossi di seppia, 1925.


Girasole


Come ogni fiore, ha una sua piccola
teoria, e ciò che pensa
è in alto. Immagino la lunga
salita fuori dall’oscurità
oltre le ipomee, le emerocallidi, le belle di notte
là in alto verso il sogno continua
a sollevarsi, dove è mezzodì tutto il giorno.

Frank Steele, Sunflower, in “Singing into 
That Fresh Light”, Blue Sofa Press, 2001




Dalle mie parti

Dalle mie parti adesso tutti dicono
che bisogna fermarli i neri allogeni,
difendere coi denti il proprio bene.
Il più dev…

E' estate: IL GIRASOLE

Seminario lago di Como